DOMANDE E RISPOSTE

Slider

Obblighi normativi

Si. Tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili (compresi quelli relativi a fondi rustici e quelli stipulati dai soggetti passivi Iva) devono essere obbligatoriamente registrati qualunque sia l’ammontare del canone pattuito. L’unico caso in cui non c’è l’obbligo di registrazione è relativo ai contratti che non superano i 30 giorni complessivi nell’anno. Ti ricordiamo, inoltre, che: «I contratti di locazione, o che comunque costituiscono diritti relativi di godimento, di unità immobiliari ovvero di loro porzioni, comunque stipulati, sono nulli se, ricorrendone i presupposti, non sono registrati» (articolo 1, comma 346, della legge 311/2004, Finanziaria 2005).

Entro trenta giorni dalla data di stipula. Se registrato successivamente andranno calcolate le sanzioni previste dell’Agenzia delle Entrate.

In caso di locazione di singola unità immobiliare, non è obbligatorio allegare l’ APE al contratto di locazione. Tuttavia, è necessario inserire nel contratto una clausola con la quale il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, relativa all’attestazione della prestazione energetica degli edifici (Articolo 6, Dlgs 19 agosto 2005 n. 192).

Lo stesso di quella allo sportello. Dal 1 aprile 2014, inoltre, è obbligatoria per tutti quei soggetti proprietari di più di dieci immobili (articolo 10, comma 8-bis, del Dl n. 16/2012).

Costi e pagamenti

La trasmissione telematica per la registrazione di un nuovo contratto di locazione, o di un qualsiasi adempimento successivo come il pagamento di un annualità, la risoluzione o una proroga, costa solo 28 Euro. Qualunque sia l’importo del canone e la tipologia di contratto.

Se ci fossero imposte di registro e bollo da pagare, non dovrai recarti dal tabaccaio, alla posta o in banca ma potrai pagarle direttamente e gratuitamente dalla tua area personale mediante addebito sul conto corrente del richiedente la registrazione o mediante bonifico bancario. Se invece vorrai usare una carta di credito (anche prepagata), una Postepay o il tuo account Paypal, dovrai aggiungere 5 euro per le spese di incasso delle imposte.

Se preferisci la stampa e la consegna a mezzo corriere espresso avrà un costo, su tutto il territorio nazionale, di 7 euro.

Tutte le operazioni vengono effettuate ai sensi dell’art.1 commi da 54 a 89 della legge 190 del 29 dicembre 2014 e non soggette a ritenuta d’acconto ai sensi del comma 67 art.1 della legge 190 del 29 dicembre 2014.

Sono fatte salve le agevolazioni previste da convenzioni, nazionali o locali, accordi di sviluppo o promozioni specifiche. I prezzi e le modalità di pagamento potranno subire variazioni che dovranno essere comunicate, attraverso la pubblicaizone sul sito www.locazioniweb.com con almeno 7 giorni di preavviso.

Quali sono le imposte di registro e bollo?
L’importo dovuto varia a seconda dell’immobile locato

Immobile Percentuale
Fabbricati a uso abitativo 2% del canone annuo
Fabbricati strumentali per natura 1% del canone annuo, se la locazione è effettuata da soggetti passivi Iva 2% del canone, negli altri casi
Fondi rustici 0,50% del corrispettivo annuo
Altri immobili 2% del corrispettivo annuo

Per i contratti di locazione a canone concordato, riguardanti immobili che si trovano in uno dei Comuni “ad elevata tensione abitativa”, è prevista una riduzione del 30% della base imponibile sulla quale calcolare l’imposta di registro.
Il versamento per la prima annualità non può essere inferiore a 67 euro.
Sul deposito cauzionale versato dall’inquilino non è dovuta l’imposta di registro. Se però il deposito è pagato da un terzo estraneo al rapporto di locazione, o è presente una fidejussione sul contratto, va versata l’imposta nella misura dello 0,50% sull’importo della granzia con un minimo di euro 200,00.
L’imposta di bollo è pari a 16 euro ogni 4 facciate scritte del contratto e, comunque, ogni 100 righe.

Modalità di utilizzo

Fai una scansione del contratto di locazione firmato e dei documenti in corso di validità di tutte le parti che lo hanno sottoscritto. Penseremo noi a convertirlo nel formato intellegibile dai sistemi dell’Agenzia delle Entrate. Riceverai il mod. RLI già compilato: stampalo, firmalo e invialo attraverso la tua area personale. Tutto qui. Fatte le ultime verifiche, il nostro back office ti invierà la ricevuta di registrazione.

Riceverai un file in PDF contenente gli estremi di registrazione del contratto di locazione rilasciato dall’Agenzia delle Entrate (ai sensi dell’art.22, comma 4, del Decreto Dirigenziale 31 luglio 1998 e successive modificazioni). Stampane due copie, una per il locatore e una per l’inquilino, e conservale insieme ai contratti.

Contratti, modelli RLI e ricevute saranno sempre a disposizione nella tua area utente pronti ad essere stampati. Entro 1 giorno lavorativo, da quando avrai caricato il contratto nella tua area personale, fatte le opportune verifiche, provvederemo ad inviarti il modello RLI da firmare e potrai scaricarlo direttamente dalla tua area personale. Non appena verrà rilasciata la ricevuta dal sistema telematico dell’Agenzia delle Entrate, stampala e conservala insieme ai contratti.

Nulla. Puoi sempre ristamparle dalla tua area personale o richiederle via mail a: contratti@locazioniweb.com oppure recarti presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate dove è stato registrato il contratto di locazione e farti rilasciare una copia.

Tempi di evasione

Contratti in cedolare secca: il contratto viene inviato all’Agenzia delle Entrate, in via telematica, lo stesso giorno lavorativo per le pratiche completate entro le ore 13.

Contratti dove previsto il pagamento di imposte: l’invio telematico all’AdE viene effettuato il giorno lavorativo successivo alla ricezione e contabilizzazione del pagamento.
In tutti i casi, l’elaborazione delle ricevute, dopo l’invio del contratto, non dipende dal nostro back office ma dal sistema telematico dell’AdE. In genere questo processo dura 3-4 ore ma, in alcune giornate o in alcuni periodi dell’anno, visto l’alto numero di invii, è possibile che l’elaborazione impieghi anche 24- 48 ore.
Queste attività non sono, e non possono essere, automatizzate ma necessitano dell’intervento di un operatore. L’impegno di LocazioniWeb è quello di ridurre al minimo l’intervallo di tempo tra la ricezione della ricevuta e la messa a disposizione nella tua area utente, in un formato (PDF) che tu possa leggere, stampare e conservare.